mercoledì 4 settembre 2013

la reperibilita' del dentista

prima che uscissimo dal suo studio, il dentista ci ha tenuto a dire, chiamatemi pure sul cellullare a qualunque ora del giorno e della notte, dopo interventi del genere sono sempre reperibile. Non l'avesse mai detto: il mio viaggio di ritorno in cinquecento con i due ragazzi che si tenevano il ghiaccio sulla guancia e' stato funestato da visioni di inarrestabili emorragie e improvvisi svenimenti. Poi pero' non ho ceduto al mio istinto di chioccia. Ho comprato una dose massiccia di buon gelato per il loro pranzo, ho trangugiato un boccone al volo e sono corsa al lavoro. Qui mi ha raggiunto una telefonata della segretaria del dottore che voleva sapere come stavano i pazienti. I quali, dopo tutte le smorfie di dolore in mia presenza, hanno passato il pomeriggio con i rispettivi amici in giro per il centro. Quasi quasi lo dico al dentista.

Nessun commento: