giovedì 12 settembre 2013

maschio al volante

alla sua seconda lezione di guida con l'istruttore, il figlio già si sente un pilota. Mi chiede di verificare di persona e mi porta al supermercato con la macchinetta della sorella. In effetti e' bravo: va piano, sta attento, non ha esitazioni. Ma la cosa più buffa e' l'espressione con cui guida: pura beatitudine. Che ci troveranno di bello i maschi nello stare aggrappati a un volante?

Nessun commento: