giovedì 14 novembre 2013

cosa ho capito di Masterpiece


ho capito che l’idea e' venuta durante una cena di compleanno dello scrittore Giancarlo De Cataldo. Un po’ ubriaco, ha detto a Vianello, direttore di raitre, perché non facciamo un talent televisivo sulla scrittura? Vianello, forse anche lui un po’ ubriaco, ha detto di si' e il talent gliel’ha fatto fare sul serio. Hanno imbarcato Andrea De Carlo, uno dei pochi scrittori noti al grande pubblico e per di più non consumato da passaggi televisivi, e Taye Selasi che e' bella, africana e ha un solo romanzo all’attivo, il che la rende più vicina agli aspiranti esordienti dei suoi compagni di avventura. Il coach e' Massimo Coppola, che se la tira un sacco perché e' l’unico del gruppo che conosce il mezzo televisivo dall’interno. Il problema e' che il vincitore già c’e': e' quello che ha scritto il libro più bello (ogni candidato doveva presentarsi alle selezioni con un romanzo inedito). Gli autori dei libri inediti si cimenteranno in prove varie, ma non conta la loro brillantezza o spigliatezza, conta quello che hanno già scritto. Il premio e' la pubblicazione. Talent de che?

Nessun commento: