martedì 26 novembre 2013

il corso sulla sicurezza

il corso sulla sicurezza aziendale doveva durare due ore, invece c'è capitato un istruttore entusiasta e pignolo, che non ci faceva andare più via. La stanza in cui eravamo riuniti era gelata; lui sudava copiosamente illustrandoci sigle su sigle. Se non ci fosse stata la minaccia del test finale, i miei pensieri sarebbero volati altrove; mi sono costretta ad ascoltarlo. L'idea del complesso organigramma messo in piedi per ottenere la certificazione di luogo sicuro mi faceva girare la testa. Due cose hanno interrotto la noia della presentazione: una diapositiva che mostrava delle signore in grembiule intente a odorare ascelle maschili (lui non ha saputo spiegarci quale fosso il senso della foto e perché figurasse tra le altre) e un buzzurro della segreteria che, prima ha fatto squillare il telefono e poi ha risposto, affermando che alle quattro e mezzo il corso doveva essere finito e che lui aveva da fare. L'unico messaggio fondamentale che ho colto è che se vedo qualcuno crollarmi davanti in Dear, non devo chiamare l'ambulanza ma il numero interno delle emergenze. Chissà se risponde qualcuno.

Nessun commento: