lunedì 30 dicembre 2013

Honolulu e altri racconti


ambientati in Borneo, Malesia, alle Hawaii questi racconti di Somerset Maugham dall’atmosfera conradiana mettono in scena conflitti feroci tra due o tre personaggi. C’è lo scontro tra caratteri opposti (Mackintosh, L’avamposto), quello tra uomini per l’amore di una donna (Impronte nella giungla, Relitti, Honolulu) e quello di una sorella contro il fratello che si è allontanato da lei. A narrare le storie è spesso qualcuno che si rivolge allo scrittore e lo mette a parte dei segreti del luogo. Si parla di abitudini inglesi confrontate con quelle delle colonie, di amore e insieme distacco dalla patria lontana, ma a colpire sono la modernità dei caratteri presentati e l’humor dell’autore sempre pronto a sottolineare la bizzaria dei destini individuali. Una curiosità: in La sacca dei libri, Somerset Maugham si lancia in una lunga digressione sulla fatica di viaggiare portandosi appresso volumi sufficienti alle brame di lettore. Se mi avesse visto raggomitolata sulla poltrona dell’aereo con un leggerissimo kindle pieno di libri, tra cui il suo, sarebbe stato contento. Traduzione di Vanni Bianconi, Adelphi edizioni.

Nessun commento: