giovedì 9 gennaio 2014

dal parrucchiere delle star

periodo di insoddisfazione per il mio fisico. Avendo deciso che i ragazzi del parrucchiere d'angolo sono rapidi e carini, ma non sono dei maghi, e che i quattro peli che mi restano in testa necessitano di cure particolari, oggi, con grande trepidazione, sono entrata nel misterioso negozio di via belli. La mia amica Donatella me l'aveva descritto a perfezione questo negozio: nessuna insegna, solo un campanello e dentro due parrucchieri, uno più snob dell'altro. Piero (o era Marco?) mi ha detto, taglio a modo mio? Non era una domanda, era un'imposizione. In un attimo mi sono volati intorno capelli a ciocche. Più mi guardavo allo specchio, più mi sembravo spennacchiotto, e dentro di me mi disperavo. Il tipo intanto ghignava soddisfatto e spudoratamente s'informava sul mio lavoro e sul mio status economico. La collocazione in rai gli è piaciuta e gli ha dato spunto per vantarsi di aver pettinato per anni Mara (Venier), non sai che capricci. Promettendomi che la prossima volta che vado mi farà dei colpi di luce intorno al viso, mi ha congedato. Stasera vorrei non avere un marito. O forse non se ne accorge?

1 commento:

Anonimo ha detto...

Voglio foto