lunedì 27 gennaio 2014

ottimismo

venendo a pranzo da noi sabato, papà si è caricato troppo di spesa o ha fatto un movimento sbagliato. Sta di fatto che mentre prima aveva dei problemi con la gamba sinistra, ora ce li ha anche con la destra, zoppica un po'. Domenica ha scelto di non uscire, oggi invece ha usato la macchina. Si sente in ripresa, conta di riuscire ad andare alla lezione di tango mercoledì e di partire per Padova venerdì. Oggi ha persino cercato di organizzare un incontro galante tra il suo solitario nipote napoletano e la signora che gli dà lezioni di tedesco (la signora, che pure ha molta pazienza con mio padre, ha declinato l'invito a conoscere il soggetto in questione). La vecchiaia è una battaglia; lui l'affronta da vero guerriero. La mia è appena cominciata e al solo pensiero mi viene voglia di deporre le armi.

Nessun commento: