giovedì 27 marzo 2014

il virus ha attecchito!

vedendo la figlia leggere nei mesi scorsi, pensavo che si trattasse di uno delle suoi capricci passeggeri. Ora però ho la conferma: il virus della lettura ha attecchito sul serio. Sono due sere che, sprofondata tra coperte e cuscino, non si stacca da Anna Karenina. Ieri mi ha comunicato con gli occhi lucidi, è incinta! guai a te, se mi dici come va a finire. Improvvisamente gli scaffali di casa ricoperti di libri, sono diventati per lei l'equivalente dei vassoi di una pasticceria per un goloso. La sorprendo a rimirarli, mmh, hai tutta Virginia Woolf, Gita al faro per me è meglio della Signora Dalloway, Turgenev lo leggo dopo, degli americani chi mi consigli? Quante scoperte l'aspettano, quanti viaggi. Sarò stata io ad averla contagiata? Che felicità.

1 commento:

Libraia Virtuale ha detto...

Sì, è davvero bellissimo vedere una persona aprirsi all'amore per la lettura!
E mi piace tantissimo il parallelismo tra scaffali di libri e vetrina ricolme di pasticcini: scegliere un libro più davvero essere gustoso quanto -e forse più di- un cannoncino alla crema.