martedì 15 aprile 2014

l'amaro privilegio di sapere

papà lo conosco così bene che mi basta sentire con che voce risponde al telefono per capire come sta. Ieri mattina non stava bene per niente. Aveva appena parlato con il suo dermatologo e fissato un appuntamento al Gemelli per discutere del melanoma che si era tolto la scorsa settimana (il quarto!). Era molto agitato all'idea di dover subire un'altra operazione. Mi ha imposto di non parlarne con le sorelle, ha detto, da lontano queste notizie si sopportano peggio. Alle tre del pomeriggio era euforico: esaminando il referto, il chirurgo ha deciso di non intervenire, l'asportazione fatta poteva bastare. Si è tolto un bel peso e me lo sono tolto anch'io. Voglio sapere, ma i segreti proprio non li posso sopportare.

Nessun commento: