venerdì 2 maggio 2014

al servizio dei figli

sospinti indietro dal mal tempo, alle due eravamo già in macchina. Abbiamo lasciato l'amica della figlia al treno per Napoli e siamo tornati in città. L'umore del figlio, man mano che assaporava l'imminente libertà migliorava. Come al solito, arrivati a casa, i figli si sono fiondati entrambi sotto la doccia, per poi uscire di corsa. Io sono andata a comprare gli ingredienti, il marito si è dedicato alla pizza. Per riaverli a casa alle otto, ci mettiamo al loro servizio. Peccato che poi la pizza sia in tavola e se va bene a mangiarla siamo in due al massimo in tre.

Nessun commento: