lunedì 2 giugno 2014

senza di noi

quando noi partiamo per il mare, i figli escono dalle rispettive stanze e s'incontrano. A volte per insultarsi, ma anche per programmare una cena a casa insieme (tu chi porti, che facciamo da mangiare). Mi scoccia molto lasciarli da soli, non sono neanche convinta che restino in città trattenuti da grandi impegni, ma sono contenta che ci sia tra loro un'occasione di scambio. Non facciamo in tempo a tornare che ognuno si chiude nel suo guscio; in mia presenza li unisce solo il biasimo per come cucino.

Nessun commento: