mercoledì 2 luglio 2014

in volo per New York

la capogruppo ha criticato la valigia di mio figlio, troppo piccola per i suoi gusti, riuscirai a cambiarti, gli ha detto? Al telefono dall’aeroporto, in attesa del primo volo per Zurigo, lui era tutto contento. Gli ho raccomandato, tu Rocco e Tommaso non fate i bulli romani con i ragazzi di Bari. Mi ha risposto, lo stiamo già facendo. Ieri ha passato (senza un errore, ne era fierissimo) l’esame per la patente, a diciotto anni dovrà fare solo la prova pratica. Voleva essere festeggiato e due cannoli gliel’ho comprati, ma questa patente che lo abilita a guidare una moto più grande non mi entusiasma per niente. Su whatsapp si è costituito un gruppo denominato the American Parents: è un continuo di foto (prima di salire sull’aereo, sull’aereo) , incoraggiamenti, saluti. Così New York è più vicina e siamo tutti in contatto. Non era meglio quando era lontana?

Nessun commento: