venerdì 11 luglio 2014

l'assalto al treno

raggiungo la stazione con largo anticipo. Sul tabellone luminoso non ci sono indicazioni sul binario del regionale per Napoli. C'è parecchia folla. Venti minuti prima della partenza del mio treno, viene annunciato un arrivo da Napoli al binario sedici. Improvvisamente la stazione è travolta da un'onda umana: sembra che tutti corrano nella stessa direzione. Li seguo e, all'arrivo del treno (per fortuna vuoto), vengo sospinta su per la scaletta e riesco ad aggiudicarmi uno degli ultimi posti a sedere. Uno straniero, arrivato come me con largo anticipo, non aveva oggi nessuna possibilità sedersi su questo treno; da noi vige l'assalto alla diligenza, tanto peggio per gli ignari turisti.

Nessun commento: