domenica 13 luglio 2014

piove

stanotte il temporale scuoteva la casa; le ragazze (mia figlia, l'amica) sono tornate a casa alle quattro: la scusa era quella di aspettare in un bar del paese che spiovesse. Alle nove sono andata a fare la spesa; la figlia resta qui fino a giovedì, con il frigo vuoto ha la scusa per mangiare schifezze. Nel ruolo di mamma premurosa ci ricasco ogni volta. Stanca del libro che sto leggendo (ha un abominevole protagonista e di abonimii si fa presto ad essere saturi), ho persino passato l'aspirapolvere e pulito i bagni. Il tempo di partire per Roma e sarà tutto zozzo di nuovo, ma almeno la casa ora non è da ispezione sanitaria. Se uscisse un raggio di sole tornerei in spiaggia con il kindle e proverei a sbarazzarmi del cattivo olandese e delle sue azioni meschine.

Nessun commento: