giovedì 14 agosto 2014

incertezze

tanto era tornata allegra dal viaggio in Spagna con le amiche, tanto la figlia è pestifera dopo la gita a Lavinio. Non sa neanche lei cosa la agita di più: l'idea di cominciare l'università, senza essere convinta di quale facoltà scegliere e dove; il pensiero di sprecare tempo qui al mare mentre potrebbe essere in giro per il mondo; la volubilità del tatuato, che ora appare meno assiduo di prima e non si sa quando verrà a farle visita. Nel l'imbarazzo tra scelte così poco felici, dorme. Oggi a pranzo ha mangiato una frittata ed è tornata a dormire (dopo una breve pausa sull'amaca con il quarto volume di Guerra e pace: almeno seguendo le disavventure di Natascia si sarà distratta dalle sue). Vorrei poterla aiutare: dovrei organizzarle una partenza a settembre, un periodo all'estero le farebbe di sicuro bene. 

1 commento:

Anonimo ha detto...

E lasciala in pace