venerdì 29 agosto 2014

la visita di Luigi

Luigi ha compiuto da poco novantuno anni. Ogni giorno scende in spiaggia alle dieci con il pulmino, si siede sotto un ombrellone a caso, entra con cautela in acqua e fa un po' di bracciate, scambia due chiacchiere con vecchie amiche se le trova, e alle dodici risale in paese con lo stesso pulmino. Verso le dieci e mezza viene a farmi una visita: il copione è sempre lo stesso, mi chiede di papà, critica bonariamente la sua abitudine a scendere tardi, guarda il mio kindle come fosse una bomba, si rammarica che a radiotre sbaglino l'accento di Nobel e che  trascurino il congiuntivo, mi augura buona lettura e se ne va. A volte passa una seconda volta per commentare la qualità dell'acqua o una cosa sentita alla radio. Come sarò io tra quarant'anni, se ci sarò ancora?

Nessun commento: