giovedì 28 agosto 2014

l'iscrizione all'università

tra mille dubbi e mille sbuffi, la figlia si è prenotata per l'esame di ammissione ad Economia a Roma Tre. Il marito le ha suggerito di provare anche il test alla Sapienza. Lei gli ha detto, dopo lo faccio. Sono passate due settimane, il marito è andato sul sito e ha scoperto che oggi scadeva il termine per presentare la domanda; l'ha iscritta. E' assurdo che di una cosa così si occupi il padre, ma l'alternativa qual è? Se non vuole fare economia, può scegliere un'altra facoltà o può scegliere di non studiare più e cercarsi un lavoro in un negozio, in un bar: ma che scelga! Ce lo diciamo tra noi, io e il marito, rievocando le nostre scelte universitarie fatte in piena autonomia, senza alcun coinvolgimento dei nostri parenti. Ce lo diciamo e poi continuiamo a sbagliare, occupandoci di ciò di cui non dovremmo occuparci.

Nessun commento: