giovedì 21 agosto 2014

Rosalba e i suoi allarmi

Rosalba è una signora di Fondi che ha le chiavi di casa nostra e ogni tanto viene a pulire da noi. Il suo mestiere preferito però è quello di spia: adora trovare magagne e raccontarle, spalancando gli occhi e dicendo, non dire che te l'ho detto, per carità. Oggi ci ha addirittura aspettati a casa; noi siamo scesi dalla barca intontiti di sole, pieni di borse, e lei era lì che non vedeva l'ora di aggiornarci sulle malefatte dei nostri figli. Dalle sue incursioni a sorpresa aveva dedotto che nel nostro giardino si era fumato, e fumato roba non lecita. Eccitatissima dalla sua scoperta, incurante della nostra stanchezza, ci ha intrattenuto su storie di ragazzi che avevano iniziato con uno spinello e poi erano finiti nel tunnel della droga per non uscirne mai più. Non il migliore dei bentornati possibile. Il marito, per fortuna, ha mantenuto la calma ed è riuscito amabilmente a zittirla. Abbiamo salutato Rosalba e convocato i nostri due pargoli. La figlia aveva in borsa due inequivocabili scatolette porta marijuana: ci ha detto che le aveva trovate in giro, mettendo in ordine, e le aveva messe lì per non farcele trovare. Il figlio ha parlato di amici che fumano e si è preso la sua parte di colpa. Per un po' ci siamo urlati a vicenda, poi ci siamo calmati. Sono andata a fare la spesa con la figlia, abbiamo cenato. Non mi preoccupa il tunnel di cui sopra, mi urta la pretesa che hanno di stare a casa e comportarsi come gli pare.

1 commento:

Anonimo ha detto...

A Rosa' vie' a fatte 'n tiro che tte calma