sabato 2 agosto 2014

sola e accompagnata

alla fine i quattro ragazzi che mi ritrovo in casa (i miei due, più il cugino e l'amica della figlia) non sono una brutta compagnia: pigri e sciatti sì, ma anche molto loquaci e animati, e la differenza di fuso orario tra noi mi offre grande libertà di manovra. La mattina non si alzano prima dell'una; quando ci incontriamo a pranzo io ho già fatto di tutto; poi spariscono al mare; ci rivediamo per cena e di nuovo ho la serata tutta quanta per me. La figlia scalpita perché qui c'è poca vita; vuole raggiungere degli amici all'Elba; il marito arriva mercoledì o giovedì e sogna un bel giro in barca; chissà che faremo alla fine.

Nessun commento: