mercoledì 3 settembre 2014

il biglietto da visita

era dalla fine di aprile che quel biglietto da visita stazionava nel mio portafogli. Anche se desideravo contattare chi me lo aveva dato vergando di suo pugno il numero di cellulare, non l'avevo mai fatto. Oggi mi sono fatta coraggio. Ho telefonato. Mi sono detta: voce ferma e squillante, non stai chiedendo la carità, ma solo la risposta a una precisa richiesta che comincia a perdersi nella notte dei tempi. La voce mi è uscita più che tremebonda e il tono cordiale del mio interlocutore, che sembrava sapere perfettamente chi fossi, mi ha spiazzato ancora di più. Era in riunione; mi ha detto, con aria convinta, ti chiamo appena ho finito. Oggi non mi sono separata dal telefono neppure un momento.

3 commenti:

azzurropillin ha detto...

e poi ha richiamato?

volevoesserejomarch ha detto...

sì!

azzurropillin ha detto...

il punto esclamativo fa ben sperare anche sul contenuto della richiamata