domenica 21 settembre 2014

lo sguardo dello scrittore


ero in barca con il marito, stavo finendo il mio libro a prua della barca, mi ero tolta il pezzo di sopra del costume. Il marito è andato a prendere qualcosa da mangiare, abbiamo fatto uno spuntino. A un certo punto mi sono sentita un paio di occhi addosso, ho alzato lo sguardo e mi sono resa conto che eravamo accanto a un gozzo con sopra tre persone che conoscevo bene. In particolare conoscevo l’uomo, uno scrittore piuttosto noto, ero stata a casa sua, l’avevo intervistato. Mi sono sentita imbarazzata, ma così imbarazzata! Sono passata dalla sensazione di piena libertà dello stare al mare, lontano dalla spiaggia, alla sensazione che avrei provato se mi fosse scivolato il vestito in mezzo a una strada affollata. Mi sono sentita vecchia e patetica nel mio topless fuori tempo massimo. Con aria vaga mi sono rivestita e quando la barca accanto, ripartendo, è passata a pochi metri da noi, ho anche abbozzato un cenno di saluto. Per fortuna è finita l’estate.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Ora aspetto il nuovo libro di quello scrittore (beato lui)