martedì 2 settembre 2014

mio padre e mia suocera

lui ama spostarsi, vedere posti nuovi; lei si sente persa fuori di casa. Lui non sopporta la solitudine più di una sera; lei tollera solo i familiari stretti e per poche ore. Lui adora i check up e i suoi medici; lei si fa le diagnosi da sé, prende le medicine, interrompe la cura, si dichiara ora moribonda ora guarita. Lui deve continuamente dimostrare meno anni di quelli che ha; lei si è messa a vecchia quando era ancora piena di forze. Lui mangia come un lupo e dorme come un ghiro; lei spizzica come un uccellino e la mattina si alza prima delle galline. Magari imparassero l'uno dall'altra.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Li vuoi fidanzare?