martedì 4 novembre 2014

il lancio

ieri sera dopo cena il figlio è stato a lungo sotto il portone con l'ex fidanzata. Quando è tornato a casa gli ho fatto una battuta fuori luogo, lui si è arrabbiato e mi ha lanciato contro un'agendina che si è trovato sotto mano. Mi ha colpito al labbro, facendomelo gonfiare. Se apro questo squarcio poco edificante sulla mia realtà familiare è perché i maschi violenti mi fanno orrore e non voglio che mio figlio rientri in questa categoria. Quante volte ho detto cose stupide e offensive al marito senza subirne conseguenze fisiche? Perché un ragazzo su cui nessuno ha mai alzato le mani ricorre a un gesto aggressivo di fronte a parole che lo infastidiscono? Imparare a tenere sotto controllo l'ira mi pare un esercizio doveroso. Del pentimento successivo non so che farmene.  

Nessun commento: