giovedì 18 dicembre 2014

da Lella Costa

con gli operatori raggiungo Lella Costa in un hotel di via del Babuino. E' a Roma per presentare Che bello essere noi, il suo libro su donne e uomini oggi, pubblicato da Piemme. Finita l'intervista la intrattengo su due dei miei argomenti preferiti: il maschilismo degli scrittori italiani e il mio fallimento come madre di figlio maschio (proprio oggi, il soggetto in questione, trovandomi a casa al ritorno da scuola, avanzava la pretesa che gli preparassi il pranzo, "un pranzo completo come la mamma di Russo"). Sul primo punto Costa mi dà ragione entusiasta, sul secondo mi regala una citazione del suo amico psichiatra Charmet, "con i figli non è niente di personale". Una bella conversazione.

Nessun commento: