sabato 13 dicembre 2014

l'orso e il gran seduttore

all'uscita della palestra ricevo un messaggio dalla mia amica Donatella che non vedo da un po'. Ci parliamo e le chiedo se le va di venire a pranzo con il figlio ventenne. Mio padre, invitato da prima, non sta nella pelle: Donatella gli sta simpatica e in più avrà modo di raccontare di nuovo le sue avventure messicane (da noi già ampiamente ascoltate). A tavola Donatella finisce seduta tra mio marito e mio padre: il primo la ignora (non è cattiveria, è solo che è un orso), il secondo la tempesta di attenzioni: le riempie il piatto, la ragguaglia sulle sue varie attività. Dopo mangiato, Donatella si fuma una sigaretta in cucina. Papà estrae una rosa gialla da quelle che mi ha regalato e gliela porge galante (non arriva a  ricomporre il mazzo per offrirglielo intatto). Tra il modello gran seduttore e il modello orso, io ho scelto il secondo e ripeterei questa scelta ogni giorno: ma una via di mezzo non c'è?

Nessun commento: