giovedì 8 gennaio 2015

dante

se mi avessero detto dopo la laurea, quando sognavo di poter collaborare con il mio professore, che a cinquant'anni suonati avrei lavorato a una lettura televisiva integrale della Divina Commedia con quel lo stesso professore, sarei stata la persona più felice del mondo. Oggi a riunione si è parlato di questo progetto, che dovrebbe concretizzarsi nei mesi prossimi. Lì per lì non ho provato un entusiasmo travolgente. Perché non me la sono cercata? Perché mi è capitato tra capo e collo? Sia come sia mi sono ricordata della studentessa volenterosa che ero e ho gioito per lei.

Nessun commento: