sabato 7 febbraio 2015

Norman Rockwell a Roma

non sapevo che Norman Rockwell avesse illustrato Tom Sawyer (veramente non sapevo neppure chi fosse Norman Rockwell prima di vedere la mostra romana che sta per chiudere i battenti), eppure la prima cosa che mi è venuta in mente guardando le tante immagini di ragazzine e ragazzini è stato il personaggio di Mark Twain: quell'aria spavalda, quella forza interiore, quell'idea della vita come un'avventura meravigliosa. L'America deve molto all'uomo che attraverso i suoi pennelli l'ha mitizzata, le ha offerto una bella versione in cui specchiarsi. La bambina nera che va a scuola sicura tra la sua scorta, incurante della scritta Nigger e del pomodoro che hanno tentato di lanciarle addosso, è l'America progressista che continua a incantarci, nonostante tutti i passi indietro che è costretta a fare.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Veramente bella!