sabato 18 aprile 2015

è successo un casino

all'una e mezza la figlia mi rassicura, sono a Ponte tra un po' torno. Alle due e mezza mi sveglio di soprassalto: non c'è. Provo a chiamarla, il telefono è occupato.  Mi alzo dal letto, riprovo. Mi arriva un messaggio, è successo un casino. A quel punto mi figuro una rissa, dei feriti, tra cui anche lei, oppure un incidente, qualcuno che si è fatto male. Provo a invano a parlarci, mi agito, ma non sveglio il marito. Alle tre mi trova in piedi accanto alla porta, stravolta. A ma', Arianna e il fidanzato hanno litigato, non sai che casino. Bel motivo per me per restare sveglia nel cuore della notte.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Beh dai invocavi una scena da serie TV americana e l'hai vissuta

Livio ha detto...

che stupido, la TV americana è un'altra cosa; Moretti ha la sensibilità che forse tu non possiedi e riesce a comunicare con molti piccoli segni la vita che continua o che si ferma