domenica 24 maggio 2015

Assassinio all'Étoile du Nord

tempo fa avevo comprato su kindle Assassinio all'Étoile du Nord e poi me ne ero dimenticata. Sul treno ho scorso la mia lista di libri da leggere e non potevo far scelta più felice; l'ora e mezza di viaggio è volata. Si tratta di una raccolta di racconti di Georges Simenon che mettono in scena un Maigret invecchiato e ormai in pensione. Pur ritiratosi, il leggendario commissario non rinuncia a dipanare i delitti in cui s'imbatte per caso o perché qualcuno si ricorda di lui. Nel primo racconto lo troviamo alle prese con una ragazza fuggita di casa per un bellimbusto collezionista di donne. L'uomo è stato ucciso, Céline, che era con lui in albergo al momento della morte, viene accusata di omicidio e preferisce fingersi una prostituta e addossarsi la colpa piuttosto che rivelare la verità. Sbuffando e imprecando, Maigret riuscirà non solo a sciogliere il mistero ma anche a salvarne il buon nome. Una sposa gelosa, una sarta innamorata, una bambina terribile sono le protagoniste degli altri racconti: poche pagine che racchiudono un ambiente, che raccontano un mondo. L'inarrivabile semplicità di Simenon.

Nessun commento: