venerdì 26 giugno 2015

il figlio anguilla

per colmare il senso di vuoto per la partenza del figlio avevo programmato una settimana al mare con lui. Da sette i giorni da passare insieme sono diventati quattro, poi si sono ridotti a tre. Ora sto prendendo il treno per Sperlonga da sola; lui verrà, forse, domani con la sorella e un amico. Sfugge peggio di un anguilla. Di intrappolarlo non ho né forza né voglia. Chissà se quando sarà in Australia gli verrà voglia di famiglia.

Nessun commento: