martedì 21 luglio 2015

effetti del caldo

ritrovarmi alle nove davanti a una porta chiusa e ricevere una telefonata del montatore, arrivo con mezz'ora di ritardo perché stanotte non sono riuscito a chiudere occhio, è niente rispetto a sentire la voce affannata di mio padre fiaccato dal clima torrido. È sopravvissuto all'operazione, vuole morire di caldo? Un condizionatore glielo metterebbero in una mattina, lui è convinto che passerà, che la sua casa è fresca. Sogno l'Islanda.

Nessun commento: