domenica 19 luglio 2015

le miniere di Montevecchio

andando via da Piscinas, abbiamo deciso di fare il giro lungo; invece di passare per Arbus come all'andata, ci siamo inerpicati lungo la strada che va sul Monte Arcuentu. Strada molto dissestata all'inizio -alla povera twingo a noleggio è toccato persino guadare un fiumiciattolo - ma molto panoramica, tra la splendida costa con l'alternarsi di spiagge e di rocce e la montagna verdissima. Alle due eravamo a Montevecchio, per visitare l'ex miniera di piombo e di zinco. La visita guidata partiva alle tre e mezza e avevamo l'aereo da Cagliari; abbiamo dovuto scegliere tra i quattro tour disponibili: quello del pozzo principale, quello delle officine meccaniche, quello della sontuosa villa padronale e quello delle case dei minatori e le stalle. Abbiamo scelto quest'ultimo. La guida, una ragazza competente e battagliera, è salita in macchina e noi l'abbiamo seguita fino al luogo spettrale in cui dall'Ottocento alla fine del Novecento i minatori, a due passi da casa, si calavano nel cuore della terra per estrarre minerali polverosi (e terribilmente nocivi, ma questo si è scoperto dopo). Ci ha raccontato delle inumane condizioni di lavoro (si veniva pagati a cottimo e quindi si tendeva a star giù nei pozzi anche dodici ore di fila; i bambini erano molto richiesti perché adatti ai passaggi stretti; le donne in superficie, sotto il sole o la pioggia, separavano le pietre buone da quelle cattive a piedi scalzi perché non rubassero) e di vita (le case a vederle ora hanno un gran fascino con i camini, i letti di ferro battuto, le culle di legno, ma in una stanza dormivano anche in otto-dieci, non c'era acqua corrente e il bagno era un buco che scaricava direttamente nella stalla dei muli). Questa breve vacanza ci ha fatto scoprire una Sardegna diversa, che vale la pena di esplorare e di godere.

1 commento:

Carla Cabriolu ha detto...

Grazie per essere venuti a trovarci. La prossima volta che sarete in Sardegna, vi faremo scoprire il fascino e la storia degli altri percorsi.
E grazie per la bella recensione.
La guida :)