venerdì 28 agosto 2015

ce l'abbiamo fatta

al terzo tentativo quest'anno ce l'abbiamo fatta e siamo arrivati a Ponza. Mare piatto e trasparente, l'alta scogliera grigia che prima di incontrare la spiaggia diventa gialla e marrone, si frange in piccole grotte. Cespugli e fichi d'India abbarbicati sul poco di terra portato dal vento. Solo lo sciabordio della barca. Tre giorni tutti per noi. Niente porto, non c'è posto per ormeggiare, ci accontenteremo dell'ancora. A me ha fatto bene tornare al lavoro, concentrarmi sulla puntata che gireremo a Barga ad ottobre; ha allontanato il ricordo di un'estate che non è mai decollata. A Roma con il marito ci siamo visti poco; ora condividiamo uno spazio ridotto: per me è la situazione più distensiva che io conosca, per lui non lo so. La fede, comunque, non me la sono ancora rimessa.

Nessun commento: