lunedì 17 agosto 2015

una parola spaventosa

accompagnando mio padre a Terracina per una medicazione, ho avuto tra le mani il foglio delle sue dimissioni dall'ospedale e così ho scoperto il termine tecnico per quello che gli è capitato: eviscerazione. Non credo di aver mai sentito una parola così brutta. Sia papà che l'ha vissuta in prima persona, sia Virginia che è accorsa per prima in suo soccorso sono ancora traumatizzati per quello che hanno visto (in particolare lei non riesce più a dormire la notte). A me fa spavento solo il suono.

Nessun commento: