domenica 30 agosto 2015

Viviane Élisabeth Fauville

pur essendo molto breve il romanzo della francese Julia Deck mi ha spazientito. La sua protagonista, Viviane, giovane madre in carriera, avrà o non avrà ucciso il suo analista, colpevole di trattarla con sufficienza e di non risolvere i suoi problemi? Viviane Élisabeth Fauville mi è parso un esercizio di stile: una donna che ha problemi di memoria e una bambina di pochi mesi si ritrova sola ed è convinta di essere un'assassina; cambiano i punti di vista, si raccontano i suoi incontri con l'ex marito, con la moglie dell'analista, con la collega che ha preso il suo posto, tutto in preparazione del finale a sorpresa. Viviane non è molto simpatica; nessuno nel libro lo è. Perché il mio amico Francesco mi ha raccomandato questo libro con tanto entusiasmo?

Nessun commento: