giovedì 17 settembre 2015

la mia casa

"Ero piccola quando la lettura divenne la mia casa, un posto nel quale sentivo di potermi fare un’opinione del mondo e trovare la mia identità – un luogo di dubbi, ma anche un porto sicuro. Facciamo la spola tra la realtà quotidiana e il mondo delle favole – siamo e diventiamo. Come Alice, tutte le volte che leggo un bel libro mi lascio alle spalle la mia vecchia me." Azar Nafisi, La repubblica dell'immaginazione, traduzione di Maria Grazia Gini, Adelphi

1 commento:

marianorun ha detto...

Vero, verissimo. Dopo la lettura, la scrittura libera un po' verso il mare aperto. La scrittura salpa.
Fare la spola tra lettura e scrittura è superarsi ogni volta e salutarsi nel sorpasso.
Per coincidenza, oggi abbiamo pensato entrambi al porto. Interessante :-)