martedì 29 settembre 2015

sui campi da tennis

oggi dovevamo girare una puntata a più voci su un autore americano di culto. Prima andavamo a casa degli scrittori, li riprendevamo comodamente seduti in poltrona, circondati dai loro libri. Ora no, ora cerchiamo location alternative, la cultura deve uscire dai salotti, deve essere pop. Il problema è che i nostri interlocutori, oggi più di ieri, non li paghiamo: quindi loro, non solo si devono preparare sul tema da noi proposto, ma devono anche raggiungerci sul set (perlopiù molto scomodo) e a quel punto il tempo che ci riservano è sempre più limitato. Chissà cosa caveremo dalle riprese fatte al volo sotto al sole sui campi da tennis.

Nessun commento: