venerdì 30 ottobre 2015

la lezione di Daniele

mai passare in palestra da un allenamento tosto a uno blando, soprattutto quando si è fragili emotivamente: questo è quanto ho scoperto oggi. È stata una settimana pesante e mercoledì ho avuto una bella mazzata durante il visionamento del lavoro su cui mi ero tanto applicata. Ho cercato di rimuovere, ma mentre muovevo braccia e gambe a un ritmo troppo lento per le mie forze mi tornavano a galla i commenti spiacevoli, le facce. Poi la lente d'ingrandimento del mio scontento si è spostata. Quante volte ho sentito il marito da quando è negli Stati Uniti? Due messaggi? Due telefonate al volo su argomenti di ordinaria amministrazione della casa, dei figli? Non mi ama più, questo è chiaro, mi sono detta tra un movimento di glutei e uno di addominali. Con Simona sono troppo occupata a sopravvivere agli esercizi per rimuginare sui miei fallimenti; Daniele stamattina proprio non ci voleva.

1 commento:

azzurropillin ha detto...

eh, ti capisco. mi fa male la caviglia da una settimana e non posso andare a correre. è veramente deleterio per la qualità dei pensieri.
ero arrivata a 12 km, mi stavo preparando per la mezza maratona... e ora sono FERMA.