domenica 4 ottobre 2015

La sorella cattiva


Maria Cristina fa la scrittrice e vive a Santa Monica. La raggiunge una telefonata della madre, che non sente da dieci anni: la donna le ingiunge di tornare a Lapérouse, il suo paese natale in Canada e di prendere in consegna Peeleete, il figlio di sua sorella. Così si apre La sorella cattiva, ottavo romanzo della francese Véronique Ovaldé (tradotto come gli altri suoi da Lorenza Pieri per Minimum fax). Sono stata incollata alle pagine di questo romanzo finché non sono arrivata alla 265esima cioè alla fine. Con la sua lingua colorita e duttile, Ovaldé traccia un fantastico ritratto di donna sospesa tra una grande insicurezza e una grande determinazione. Prima che Maria Cristina vada effettivamente a Lapérouse, incontri il bambino e il cerchio si chiuda, ci racconta tutto di lei, l’infanzia assurda in balia di una mamma pazza e ultrareligiosa e di un padre che non si è più ripreso dalla pessima scelta della propria compagna di vita; il complicato rapporto con la sorella, vittima di un incidente; la fuga dal paese d’origine e l’approdo in California; l’amicizia con la stramba Joanna; l’amore squilibrato con il vecchio Claramunt, che l’assume come segretaria, la seduce, e cerca di rubarle il suo primo libro. C’è poi un tassista tatuato e senza licenza che sembra un personaggio minore, ma la stessa Ovaldé ci mette in guardia dal sottovalutarlo. È un libro pieno di svolte, ripensamenti, sensi di colpa, abbagli e spiragli. L’ho amato capitolo dopo capitolo, mi sono sentita Maria Cristina, anche se non mi è capitato nulla di quello che è successo a lei. Non vedo l’ora di incontrare Ovaldé nel suo passaggio di fine ottobre in Italia. Nel frattempo ho gli altri suoi libri.

2 commenti:

Federica ha detto...

non avevo ami letto nulla della ovaldé... che stile!!!

volevoesserejomarch ha detto...

Brava, vero? e anche simpatica: ecco il link all'intervista che le ho fatto:
http://www.letteratura.rai.it/articoli/v%C3%A9ronique-ovald%C3%A9-i-libri-ci-salvano-dalle-famiglie/31409/default.aspx