mercoledì 7 ottobre 2015

prima di uscire di casa

il momento in cui mi manca di più il figlio è quello in cui di solito lo vedo di meno. Non siamo una famiglia che la mattina si riunisce a colazione: ognuno va in cucina in ordine sparso e quasi deciso a evitare gli altri per non uscire prima del tempo dal proprio bozzolo notturno. Eppure sentire che il figlio si alza, si prepara, sbatte dietro di sé la porta per primo è un'abitudine consolidata e pensarlo ancora in Australia ora che è cominciata la scuola mi disturba parecchio. Un mese e mezzo al ritorno: ancora un sacco di tempo.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Pensa quando scoprirai il blo segreto di tuo figlio che soffre perché gli mancano i cazziatoni di mammà