sabato 28 novembre 2015

colpo di scena

al momento di salire sull'aereo per Singapore il figlio mi manda il seguente messaggio: "mamma grazie ancora per avermi fatto fare questa esperienza fantastica. Ah ti volevo anche dire che Virginia è di Torino. Prendila bene". Per chi si fosse perso le puntate precedenti, il figlio mesi fa ci aveva detto di essersi fidanzato in Australia con una Virginia tedesca. Abbiamo forse noi dei pregiudizi contro i torinesi? O contro qualunque altra popolazione mondiale? Ci meritavamo questa inutilissima bugia che lo ha costretto a farfugliare ogni volta che gli chiedevamo se sarebbe andato in Germania nei prossimi mesi? È chiaro che dovendo convincerci a prolungare il suo mitico soggiorno all'estero la fidanzata straniera gli pareva una carta migliore di una ragazza italiana, ma da mio figlio non mi aspettavo un gioco così subdolo. Olivia, con cui sono andata al cinema, mi ha detto, meglio torinese che incinta. Chissà, magari quella sarà la notizia dello sbarco come questa è stata quella dell'imbarco. E gli amici del surf, il brasiliano e il cileno, anche loro visti in foto, saranno uno del Tufello e uno di Centocelle? E io che gli avevo pure preparato la torta.

Nessun commento: