domenica 13 dicembre 2015

i postumi

stanotte sono stata visitata in sonno da tre signore: quella che avevo intervistato a Napoli e che era rimasta fuori dal video finale, quelle che non avevo intervistato in teatro perché correvo dietro alla Nannini. Volevano sapere conto e ragione della loro esclusione. Poi ci si è messa anche la regista che non era contenta del mio lavoro sulla versione italiana del documentario. Mi sono svegliata con la testa pesante come un macigno, la gola in fiamme e un mal di pancia lancinante. Non so quanto mi abbia giovato la decisione di trascinarmi in palestra. Sicuramente a darmi il colpo di grazia ha pensato la suocera: per festeggiare il ritorno del nipote dall'Australia ha assemblato un deflagrante concentrato di calorie, l'insieme tra un pranzo di natale, uno di capodanno e uno di pasqua. Pomeriggio in catalessi. Il dopo montaggio è quasi peggio del montaggio.

Nessun commento: