venerdì 15 gennaio 2016

Carol

Therese chiede al suo fidanzato se si è mai innamorato di un uomo, lui nega e si stupisce della domanda. Siamo a New York negli anni cinquanta, Therese è Rooney Mara, una ragazza inquieta che non si accontenta né del lavoro in un negozio di giocattoli né dell’amore dell’uomo che le ha chiesto di sposarla.  Quando Therese incrocia lo sguardo di Carol (una sensualissima Cate Blanchett), che avvolta in un’enorme pelliccia cerca un regalo di Natale per la figlia, tra le due scatta un sentimento potente. Carol compra un trenino e rivolge a Therese domande personali; il pretesto per rivedersi saranno i guanti dimenticati sul bancone. Todd Haines racconta un amore impossibile nel contesto dell’America perbenista, ma più che sottolineare lo scandalo ne afferma l’inevitabilità. Il marito di Carol è un ubriacone, assoggettato alla madre, capace di colpi bassi come far pedinare la moglie e utilizzare la figlia come arma di ricatto; è comunque un perdente e senza alcuna grandezza. Bellissime la fotografia, l’ambientazione. In lingua originale per calarcisi dentro.   

Nessun commento: