sabato 2 aprile 2016

quello che non voglio sentire

quando sei piccola hai molti più obblighi, ti trovi a contatto con un sacco di gente che non ti piace ma non puoi sottrarti. Uno dei pochi privilegi dell'età adulta è poter stringere il cerchio: vedi solo chi vuoi tu. Sono due mattine che entrando in palestra all'alba, sento la tipa alta e bruna con figlia unica e barca al circeo che impreca contro gli stranieri, basta, non bisogna più farli entrare, il pronto soccorso è intasato, le scuole sono piene... Nonostante io sia un'abitudinaria, cambierò spogliatoio. E l'estetista? L'ultima volta che sono andata a farmi mettere lo smalto, mentre dipingeva di nero le mie unghie dei piedi, è partita con una tirata contro gli arabi. La sua idea era di rimandarli a casa (?) uno a uno. Salvava solo quel giornalista, quello convertito, quello che odia l'Islam. Che lei sia romena e sia venuta in Italia in cerca di una vita migliore non alleggerisce la sua posizione. Anche qui è facile: o trovo un'altra estetista o lo smalto nero me lo metto da sola.

1 commento:

Anonimo ha detto...

ma almeno è brava a fare l'estetista?