giovedì 26 maggio 2016

addio Costarica

per qualche giorno ho coltivato il proposito di salire in aereo con il figlio a fine giugno e concedermi una settimana di vacanza insieme a lui e al nipote Tommaso in giro per il Costarica (al figlio l'idea era piaciuta). Ieri sera però, parlando con Tommaso, ho capito che, come dicono a Roma, mi stavo "accollando". Tommaso non vede l'ora di avere lì il cugino, ha già fatto tutti i piani su quello che devono vedere, su dove devono andare. In particolare lo vuole portare in Nicaragua, paese di cui è diventato un appassionato sostenitore. Abbiamo cominciato a discutere sulle date di partenza, lui ormai ha preso i ritmi caraibici e non sopporta di stare nei posti meno di quattro, cinque giorni, se no "non si entra nell'atmosfera". Che il figlio si goda il suo mese con il cugino, che vadano dove vogliono. Addio Costarica.

Nessun commento: