martedì 17 maggio 2016

scontrosa

8.20, spogliatoio della palestra: una ragazza se ne va, augurando ad alta voce una buona giornata a tutti. La bionda accanto a me, commenta, finalmente una persona educata, non come certe che non salutano mai. La sua amica ribatte, magari non lo fanno per maleducazione, sono solo timide. La bionda ribadisce a voce più alta: no, quando ero giovane potevo crederci a questa cosa della timidezza, ora che ho cinquant’anni, dico, sono maleducate. Parlano di me, è chiarissimo. Saluto a mezza bocca, sono sempre di corsa, ma il problema non è tanto questo, è che sono scontrosa, non partecipo al chiacchiericcio su diete, creme, massaggi, figli, scuole, cameriere, viaggi. Ci sono delle persone che mi piacciono in palestra, con loro parlo; con le altre tendenzialmente no. Mio padre a cui ho raccontato il fatto stamattina al telefono (ci sono rimasta male, mi sono sentita aggredita, se pur solo verbalmente e in maniera indiretta) ha detto, tu non sopporti gran parte dell’umanità, fai poche eccezioni. È vero. Ma urge una strategia di difesa, non posso cominciare la giornata accigliata per una cosa così: o cambio palestra o sorrido e saluto.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Un sorriso non fa mai male

azzurropillin ha detto...

anch'io non sopporto gran parte dell'umanità.