martedì 21 giugno 2016

preparativi e acquisti

il bello di partire sta molto nella preparazione e pur odiando lo shopping mi ci sono dedicata per non ritrovarmi in Nicaragua sguarnita di cose fondamentali. Ho comprato un costume da bagno nero, il più semplice che ho trovato; un kway rosa con una leggera imbottitura per non sentirmelo addosso plasticoso; una borsa sottile blu; un paio di jeans leggerissimi. Sul kindle come al solito ho esagerato e ho l'imbarazzo della scelta. Mi manca la sosta in farmacia, poi sono pronta. Mercoledì il volo per Atlanta e quello per Managua. Il proprietario del primo hotel scelto a caso mi ha mandato un lungo promemoria con varie indicazioni pratiche e il racconto del suo arrivo in Nicaragua nel 1983 dalla Germania, dell'incontro con Sandra, del ristorante poi trasformato in albergo, della figlia Sarah che vive in Germania con i suoi bambini. Mi sto già calando nell'atmosfera (che immagino piovosa, piena di bacherozzi, di piante e di fascino).

Nessun commento: