domenica 31 luglio 2016

chi influenza chi

uno dei motivi per cui mi faceva piacere che mio figlio raggiungesse in Centro America l'avventuroso cugino svizzero era l'idea che questo avrebbe esercitato una buona influenza su di lui, gli avrebbe tolto le sue manie da viziatello di Roma nord. I ragazzi hanno passato insieme un mese: il risultato è che Tommaso sembra essersi uniformato al modo di parlare, di ragionare e addirittura di vestirsi di mio figlio. Ora sono in due a conciarsi da fighetti, a dare risposte strafottenti, a pensare che tutto sia loro dovuto. E io che sognavo la svolta hippie.

1 commento:

Anonimo ha detto...

roma caput mundi, e si dice da secoli (nel bene come nel male)