mercoledì 20 luglio 2016

lo schermo, la barba

il mio amico Francesco ogni tanto diventa ossessivo: si mette in testa una cosa e finché non la ottiene, non si dà pace. Voleva che intervistassi uno scrittore a cui è molto legato: mi ha fatto leggere il libro, ha fatto venire lui da Lodi, ha organizzato l'appuntamento in modo che portassi lui e lo scrittore in macchina a casa mia. Sin dal garage Francesco si è messo a magnificare le bellezze del palazzo, delle scale, dell'appartamento. Lo scrittore assentiva, cercando di concentrarsi sulle domande. Finita l'intervista, siamo rimasti un po' a chiacchierare. Francesco era entusiasta. Uscendo, mi ha rivelato il suo sogno: vedere un giorno una partita dell'Atalanta sul grande schermo che c'è nel mio salotto e farsi la barba nel bagno di mio marito, che considera il non plus ultra dei bagni. Forse dovrei preoccuparmi.

Nessun commento: