lunedì 15 agosto 2016

a Bilbao

com'era venuta la tristezza se n'è andata. Peccato per San Sebastian che non mi sono goduta per niente, nonostante ieri sera ci siano stati interminabili d'artificio con la spiaggia della Concha piena di gente seduta, sdraiata o in acqua per vederli. Siamo partiti presto per Bilbao attraversando di nuovo un paesaggio verde e montuoso. Il marito mi ha detto, sposta il biglietto, allunghiamo di qualche giorno il viaggio, oppure annullalo e torniamo insieme. Mentre lo diceva era serio, ma se lo facessi ce ne pentiremmo tutti e due. A me fa piacere tornare mercoledì a Sperlonga, a lui farsi un giro da solo in macchina. Lui è entusiasta di questa vacanza e dice che mi ha riscoperto; io ho voglia di stare un po' alla larga da lui. Gli avevo detto che dopo il rafting avevo buttato la fede in un fosso; oggi l'ha vista nel mio portafogli. È che mi affeziono a tutto, persino a un anello. Bella la visita al Guggenheim e bella Bilbao dall'alto con la funicolare. 

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Sperlonga mica scappa, fatti tentare invece dalla fuga con lui

volevoesserejomarch ha detto...

Consiglio sbagliato: la carrozza ci metterebbe meno di un minuto a trasformarsi in zucca

Anonimo ha detto...

Cenerentola mia, ricordati di perdere la scarpina fuggendo. Così ti può ritrovare

Anonimo ha detto...

Siete una bella famiglia. Prolunga la vacanza...non rovinare tutto. Forse sei un po' troppo esigente.